L'accoglienza, fatta bene

La Cooperativa Sociale Lunazzurra collabora con le Prefetture di Padova, Treviso, Pisa ed Empoli, ed offre servizi di accoglienza in favore di persone richiedenti protezione internazionale (RPI).

Le nostre strutture accolgono gli ospiti in appartamenti da 5 fino ad un massimo di 13 persone, che rispondono ai criteri SPRAR e che sono orientati all’inserimento socio-economico degli ospiti.

La nostra esperienza nasce non con le case ma con l’inserimento lavorativo.

A seguito di quattro inserimenti in tirocinio lavorativo realizzati in agricoltura in collaborazione con lo SPRAR di Padova e l’Azienda Agricola Gobbo, di cui tre conclusisi con una assunzione a tempo indeterminato, Lunazzurra ha deciso di valorizzare la propria esperienza in inserimento e formazione lavorativa in agricoltura attivando anche dei percorsi di accoglienza, strettamente legato alle attività di agricoltura sociale del gruppo.

Non a caso le accoglienze toscane sono state aperte in luoghi prossimi ai 100 ettari che la coop sociale agricola Lunaverde gestisce nel territorio nella zona di San Miniato, le accoglienze venete sono collocate in prossimità di realtà agricole in parte a gestione diretta (due ettari di terra dietro l’accoglienza di Resana) ed in parte con aziende con cui si collabora (l’accoglienza di Santa Giustina in Colle è collocata in prossimità di un importante vivaio che ha offerto formazione ai nostri ospiti).

Di fronte al complesso e articolato sistema di accoglienza nazionale e agli scenari dipinti dai mass media sulle tematiche della cooperazione e dell’accoglienza, ci adoperiamo quotidianamente per concretizzare “un’accoglienza fatta bene”.

Un’accoglienza che non faccia riferimento solo ai numeri, ma che metta al centro della propria missione le persone, considerandole uniche nei loro percorsi di vita e focalizzando l’attenzione  sull’inserimento socio-economico degli ospiti.

Le figure che operano all’interno della Cooperativa Sociale Lunazzurra sono tutte professionalmente qualificate.

Gli psicoterapeuti e psichiatri che prestano servizio nelle nostre strutture sono tutti in possesso del titolo di laurea e iscritti ai rispettivi Ordini Professionali.

L’operatore legale, laureato in Giurisprudenza, ha frequentato la Scuola di Alta Formazione promossa dall’ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione) destinata ad operatori legali specializzati in protezione internazionale.

Un gruppo di educatrici/tori, assistenti sociali, antropologhe e ricercatrici sociali esperte in questioni legate ai fenomeni migratori cooperano quotidianamente  con il fine di costruire progetti educativi che tengano conto, in maniera congiunta, delle dimensioni sociali, sanitarie e giuridiche presenti nelle vite dei nostri ospiti.

MICROACCOGLIENZA ED ACCOGLIENZA DIFFUSA. NON CASERME

L’accoglienza in strutture di dimensioni piccole o medio-piccole consente ai/alle beneficiari/e di organizzarsi autonomamente nella gestione delle loro vite quotidiane, supportati da operatori qualificati professionalmente, che si concentrano sulle attività maggiormente utili, secondo il nostro avviso, per una accoglienza fatta bene.

Insegnamento dell’italiano, assistenza legale di alto livello per permettere di arrivare preparati al fondamentale appuntamento con la Commissione per il Diritto all’Asilo, cura delle attività propedeutiche all’inserimento lavorativo (redazione di bilanci di competenze, CV, individuazione del settore lavorativo di possibile inserimento), pulizia della casa, igiene personale, rispetto degli orari e del patto siglato all’ingresso nella struttura, rappresentano le caratteristiche fondamentali dei nostri percorsi di accoglienza mediante un percorso di accoglienza che diventa accompagnamento e/o relazione educativa, con un atteggiamento realistico rispetto alle difficoltà che attenderanno i nostri ospiti all’uscita della struttura.

INSERIMENTO LAVORATIVO: L’AGRICOLTURA SOCIALE

Abbiamo inaugurato le nostre attività di inserimento lavorativo all’inizio del 2016 con l’obiettivo di creare importanti sinergie tra i servizi erogati dalla Cooperativa nel settore socio-educativo e la mission enunciata nello statuto riguardo all’inserimento lavorativo di persone deboli e svantaggiate, in particolar modo nell’ambito dell’agricoltura sociale.

Grazie alla presenza di specifiche professionalità nel proprio consiglio di amministrazione, si è deciso di prestare particolare attenzione al settore agricolo, che sta assumendo un nuovo e più ampio ruolo, passando da semplice attività economica per la produzione di beni destinati all’alimentazione umana e animale, ad attività in grado di migliorare l’ambiente (tutela del territorio, riduzione dell’inquinamento) e fornire servizi alla popolazione anche collegati alle politiche sociali e del lavoro. In particolar modo ci siamo interessati alla cosiddetta AGRICOLTURA SOCIALE, che offre nuove potenzialità e opportunità per lo sviluppo delle aree e delle comunità rurali fornendo risposte ai bisogni di servizi alla persona, favorendo la conoscenza e la fiducia reciproca.

Con il provvedimento adottato dalla DGR della Regione Veneto n. 183 del 22 febbraio 2017, la Cooperativa Sociale Lunazzurra ha ottenuto l’iscrizione della FATTORIA SOCIALE AGRILUNA nell’albo regionale delle fattorie sociali (LR 28/06/2013 n. 14).

ALFABETIZZAZIONE E INTEGRAZIONE

Ai beneficiari presenti nelle nostre strutture garantiamo corsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana, considerando quest’ultima un fattore fondamentale: potersi esprimere, conoscere e dialogare con gli altri costituiscono i passi più importanti nel loro percorso di (ri)conquista dell’autonomia. Essere in grado di comunicare con gli altri, a scuola, al lavoro, dal medico come negli uffici pubblici rappresenta per le persone richiedenti protezione internazionale un elemento importantissimo che li aiuterà ad affrontare una nuova fase della loro vita in un nuovo Paese come l’Italia.

Con Lunazzurra promuoviamo attività educative e ricreative atte a favorire l’inserimento dei nostri ospiti nel tessuto sociale nel quale si ritrovano a vivere durante il periodo di attesa dell’audizione con la Commissione Territoriale. Tali attività, spesso condotte in collaborazione con associazioni ed enti locali, hanno come obiettivo principale quello di facilitare l’incontro e lo scambio interculturale tra la popolazione autoctona e le persone richiedenti protezione internazionale creando momenti di conoscenza, divertimento e apprendimento reciproco.

SUPPORTO E SOSTEGNO PSICOLOGICO

La Cooperativa Sociale Lunazzurra offre agli ospiti delle proprie accoglienze sostegno psicologico fornito da professionisti esperti nelle relazioni con pazienti sulle cui menti e corpi sono state iscritte le sofferenze nel percorso di emigrazione o di fuga.

Tali professionisti sono affiancati da un ampio gruppo di mediatori linguistico-culturali che forniscono un importante supporto linguistico e facilitano la comprensione di aspetti culturali legati ai Paesi di provenienza degli ospiti.

Due psicoterapeuti di provata esperienza nell’ambito del lavoro con i migranti, (un uomo per gli ospiti di sesso maschile e d una donna per le ospiti), ed una psichiatra volontaria, con quarant’anni di esperienza nella cura delle patologie mentali, assistono i nostri ospiti nell’elaborazione di quei passaggi dolorosi che possono essere connessi alla migrazione: il distacco, spesso turbolento dalla terra natale e dai propri cari, il viaggio, i pericoli scampati e i traumi subiti, l’arrivo e l’inserimento in una realtà sconosciuta e, l’incertezza del futuro legata al “qui ed ora”.

Durante gli incontri con i nostri ospiti, l’équipe di psicoterapeuti e la psichiatra si pongono in una posizione di ascolto rispetto alle molteplici dimensioni emotive connesse al viaggio, rappresentate dalla paura, dalla nostalgia, dalla speranza e dalla progettualità per il futuro.

In questo contesto i nostri professionisti cercano di “curare”, in un percorso condiviso con i nostri ospiti, le loro ferite invisibili, tentando di favorire il benessere psicofisico di questi ultimi nella nuova società di accoglienza.

SUPPORTO E SOSTEGNO LEGALE

La Cooperativa Sociale Lunazzurra, grazie alla competenza e all’esperienza del proprio operatore legale, laureato in Giurisprudenza, che ha frequentato la Scuola di Alta Formazione promossa dall’ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione) destinata ad operatori legali specializzati in protezione internazionale, informa gli ospiti rispetto alla normativa relativa alle procedure di richiesta di protezione internazionale,  di accoglienza e di riconoscimento dello status giuridico.

L’operatore legale offre agli ospiti consulenza ed orientamento, attraverso dei colloqui ad hoc, rispetto alla preparazione dell’audizione presso la Commissione Territoriale che valuta e decide sulle richieste di asilo.

Inoltre, in caso di ricorso, l’operatore legale assiste i nostri beneficiari fornendo loro informazioni sulle procedure legali da seguire.

IL LAVORO VOLONTARIO. OCCASIONE DI CONOSCENZA E NON RESTITUZIONE

Gli/le ospiti vengono invitati/e a sottoscrivere, al momento dell’ingresso, la disponibilità al lavoro volontario in collaborazione con il Comune in cui è collocata l’accoglienza. Il lavoro volontario  viene svolto in modo integrato (e MAI sostitutivo) di attività da realizzarsi in collaborazione con l’associazionismo locale, in modo tale che tali opportunità divengano non una mera quanto discutibile occasione di “restituzione” dell’ospitalità offerta, bensì una opportunità reale di conoscenza e confronto operoso con la comunità locale, realizzando insieme a donne e uomini che vivono nel territorio da più tempo percorsi di condivisione e di impegno comune a favore della collettività.

Manutenzione del bacino remiero di Roffia a San Miniato (PI)

Come possiamo aiutarti? Contattaci

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali *

* I Vostri dati personali saranno trattati da Lunazzura Cooperativa Sociale con la massima riservatezza. I dati raccolti non saranno ceduti a terzi senza il Vostro preventivo consenso. Lunazzura Cooperativa Sociale adotta un sistema di protezione dei dati 'Privacy by Default' con i più alti standard di sicurezza per la propria tipologia di trattamento, in ottemperanza della normativa in vigore dal 25 maggio 2018, il G.D.P.R. (General Data Protection Regulation / Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati) - Regolamento (UE) 2016/679. Per maggiori informazioni clicca qui.